L' Ensemble

Fondato nel 2005 da Antonia Valente e Massimo Felici, l'Ensemble '05 è un laboratorio artistico finalizzato a unire il talento di giovanissimi musicisti nei primi anni di carriera all’esperienza di artisti affermati della scena internazionale che svolgono il ruolo di tutor di prestigio: il risultato è una compagine musicale "a geometria variabile", che promuove il proprio lavoro di studio e di ricerca di progetti musicali articolati in un caleidoscopio di formazioni organici tutti diversi.

Ogni estate l'Ensemble '05 e´impegnato nella realizzazione di un proprio cartellone stabile, il festival RITRATTI, nel 2016 alla XII edizione: la sua programmazione si articola in monografie dedicate a compositori del passato e del presente, ma anche ai Paesi e agli ambiti culturali all’origine dei più significativi fenomeni artistici.

I concerti, creati, diretti e curati con questa inedita formula di lavoro, si avvalgono di volta in volta della collaborazione con interpreti specialisti, musicologi e artisti rappresentanti delle diverse discipline con cui l’Ensemble interagisce: musica, teatro, poesia, danza, arti figurative. I progetti originali dell'Ensemble '05, vero e proprio laboratorio di produzione “in movimento”, hanno riscosso nel tempo entusiasmanti consensi e sono appuntamento atteso, in grado di conquistare un pubblico sempre nuovo ed eterogeneo.

Fondatori

Antonia Valente

Antonia Valente

Fondatrice dell’Ensemble ’05 e del Festival Ritratti. Nel 2005 Antonia ha studiato pianoforte sotto la guida di Benedetto Lupo e Roberto Bollea al Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli e presso la Hochschule für Musik Freiburg, nella classe di Elza Kolodin. Nel 2008 ha terminato con lode il primo Master europeo per solisti con l'orchestra, discutendo una tesi su Nino Rota e il suo Concerto in mi per pianoforte e orchestra.

Deve la sua formazione inoltre ai pianisti Claudio Martinez-Mehner, Robert Levin, Stefania Santangelo, François-Joël Thiollier, Filippo Gamba, Andrej Jasinskzi, Konstantin Bogino oltre che a Jörg Widmann, Muriel Cantoreggi, Jan Philip Schulze, Andreas Keller e Domenico Dileo per la Musica da Camera.

Premiata in diversi concorsi internazionali, collabora stabilmente con solisti della scena internazionale nel repertorio da camera e lideristico. Attiva in Spagna, Olanda, Belgio, Francia, Svizzera, Germania, Inghilterra, Algeria e Italia.

Dal 2012 ha collaborato con la Fondazione "Paolo Grassi" di Martina Franca e con il Festival della Valle d'Itria, dove ha suonato in veste di solista, in ensemble e come maestro collaboratore presso l'Accademia del Bel Canto "Rodolfo Celletti" e come pianista accompagnatrice nell’ Accademia internazionale per archi “Gioconda De Vito”.

Ad Hannover è pianista collaboratrice presso la Hochschule für Musik, Theater und Medien; dal 2016 è docente presso la Escuela Superior de Música Reina Sofía di Madrid.

Massimo Felici

Massimo Felici

Definito dall'American Records Guide "uno dei migliori chitarristi europei mai ascoltati", Massimo Felici deve la sua formazione ad Agostino Valente e Stefano Grondona.

Si è perfezionato con Oscar Ghiglia presso l'Accademia Chigiana di Siena e la Musik-Akademie di Basilea, ottenendo numerosi premi e riconoscimenti di studio: Primo Premio nei Concorsi Internazionali di Gargnano, Malaga, Cagliari, Fiuggi e "Palma d'oro" di Finale Ligure, si è anche affermato nei Concorsi di Alessandria, Parma, Bari, "Andrès Segovia" di Granada.

Fin da giovanissimo la sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi come solista e in formazioni da camera in tutta Europa, Stati Uniti, America Latina ed Estremo Oriente. E' stato ospite come solista, oltre che di molte Orchestre italiane, della Camerata Virtuosi di New York, della Orquesta Sinfonica de Mexico, della Greensboro Philarmonia, della Mainzer Kammerorchester, della Neues Orchestre Basel, della Orquesta Sinfonica de Aguascalientes, della Orchestra "Dimitri Mitropoulos" di Atene, dell’Orchestra da Camera di Majorca, del Biava Quartet, del Quartetto di Dubrovnik.

Ha tenuto Masterclass in Germania, Spagna, Finlandia, Repubblica Ceca, Estonia, Lettonia, Croazia, Slovenia, India e Corea del Sud.

Nell'ambito della sua attività cameristica sono degni di nota i sodalizi con il chitarrista Lorenzo Micheli, con il flautista Massimo Mercelli, con la cantante Manuela Custer, con il Quartetto Chitarristico “Leonardo”, con l’Ensemble ’05, con Gianni Lenoci e i gruppi di sperimentazione “Hocus Pocus” e “Il Tempo Sospeso”; membro del New York Alaria Chamber Ensemble, ha debuttato nel 1997 alla Weill Recital Hall (Carnegie Hall).

Nella sua discografia spiccano il CD "Escarraman" (1995), contenente in prima mondiale alcune opere di Mario Castelnuovo-Tedesco, e l'integrale dei Concerti per chitarra e orchestra dello stesso compositore per l’etichetta olandese Brilliant (2005), che hanno suscitato reazioni entusiastiche da parte della critica internazionale.. Nel 2008 è direttore ed esecutore con David Knopfler, Lorenzo Micheli e l’Ensemble ’05 nella Prima mondiale di “Morning in Iowa”, opera cameristica di Mario Castelnuovo-Tedesco, cui segue la prima incisione pubblicata da Soundset/Tresona (U.S.A.) nel 2012.

È dedicatario di opere di Giovanni Sollima ("Free Life on Earth" – 2004, “Il Bestiario di Leonardo” – 2008), Daniele Lombardi (“Soft” – 2010), Sergio Rendine ("Serenata" per chitarra e archi – 2002, "Concerto" per chitarra e orchestra – 2005), e Luis Bacalov (“Caminos del Sur” – 2008).

Massimo Felici suona una chitarra di Miguel Simplicio (Barcellona 1934)